Skip to main content

Immagine cop 

Tipologia: Fabbricato demaniale

Ubicazione: Piazza Vittorio Veneto, 26

Destinazione d'uso: Attività di somministrazione

Descrizione sintetica: Gli ambienti del Caffè del Teatro, dislocati nella manica nord del complesso del Teatro Sociale, constano di cinque stanze dislocate al piano terreno e cinque stanze dislocate al piano interrato, queste ultime destinate a locali accessori dell’attività. I locali, situati in una posizione strategica rispetto al centro storico cittadino, sono, da un lato, prospicienti il Palazzo Comunale (su Via Duomo) e, dall'altro, la Piazza principale della Città (Piazza Vittorio Veneto).
L'obiettivo è quello di restituire ai pinerolesi questa splendida parte dell’edificio del Teatro Sociale, “salotto” ottocentesco della Città. Il locale verrà dato in gestione e tornerà così a rivivere, dopo diversi anni di inutilizzo, con le sue volte decorate ed i pavimenti in marmo seminato bianco. Il concessionario, futuro gestore, potrà provvedere direttamente agli interventi di restauro e risanamento conservativo di cui necessita l’immobile a fronte della riduzione del canone della concessione. Il bando per l'affidamento in concessione prevederà l’insediamento di una caffetteria con eventuale ristorazione, a cui potrà essere affiancata un’attività di vendita che sia complementare ed accessoria alla somministrazione.

Estremi catastali: Catasto Terreni Fg. 52 n. 214 parte; Catasto Fabbricati Fg. 52 n. 386 sub. 2 parte

Superficie/Consistenza: 200 mq ca.

Dati urbanistici: Area A 2.1 del P.R.G.C., individuato come “servizi di interesse comune esistenti”. L'immobile risulta soggetto all'appendice normativa dell'art. 37 delle NdA per il centro storico.

Interesse storico-artistico: L’intero complesso immobiliare del Teatro Sociale e, di conseguenza, i locali del Caffè del Teatro sono vincolati ai sensi degli artt. 1 e 4 della Legge 01/06/1939, n. 1089, con Decreto di vincolo del 22/04/1995.

Diritti immobiliari: Concessione di Valorizzazione per la durata di 20 anni. La gara per l'affidamento in concessione sarà aperta alle aziende con adeguata esperienza nell’ambito della somministrazione ovvero nel settore alimentare.

Valore stimato: Stima di massima del canone di concessione pari a € 1.300,00/mese, con lavori di restauro e risanamento conservativo (stimati in ca. 400.000,00 €) a carico del concessionario.

 

Sezione allegati:
Ortofoto
Estratto di mappa catastale
Estratto di P.R.G.C. e scheda d'area
• Galleria fotografica