Skip to main content

 

COMUNICATO, 04 GENNAIO 2020

 

LA NUOVA GESTIONE DEI MUSEI DI PINEROLO

È stato il Raggruppamento Temporaneo di Imprese costituito dalla Munus Art&Culture e CR-Appalti ad aggiudicarsi la gestione quinquennale dei Musei Civici di Pinerolo.

Il Bando per la gestione quinquennale dei Musei Civici di Pinerolo vede vincitore il Raggruppamento Temporaneo di Imprese costituito dalla Munus Art&Culture (gestione dei servizi museali) e CR-Appalti (gestione delle pulizie), nei confronti del quale si è proceduto con determina di aggiudicazione a partire da gennaio 2021. La nuova gestione avrà durata di cinque anni, fino a dicembre 2025.
L'aggiudicatario è risultato primo nella graduatoria di valutazione dell'offerta tecnica inerente il progetto di gestione quinquennale, posizione che è stata successivamente confermata anche dall'offerta economica (il ribasso di gara proposto). Da un punto di vista valutativo, quindi, il progetto proposto è stato determinante: la commissione aveva a disposizione 70 punti su 100 per la prima fase di valutazione (offerta tecnica) e 30 punti su 100 per la seconda fase di valutazione (offerta economica).

Le tappe del passaggio di gestione saranno le seguenti: nelle prossime settimane l’Amministrazione Comunale incontrerà il nuovo gestore, con il quale sono già stati presi contatti telefonici per il passaggio di consegne. Successivamente sarà convocato un tavolo con i precedenti gestori, per gli adempimenti connessi al passaggio di concessione come previsto dalle convenzioni in scadenza.

L'Assessore alle politiche culturali Martino Laurenti: “Vorrei ringraziare l’ufficio musei della Biblioteca e la commissione giudicatrice. Hanno fatto un lavoro eccellente, sia nella preparazione del bando, così come nei tre mesi di lavoro della commissione, già di per sé segno della cura e della precisione con cui sono state analizzate le quattro candidature pervenute. A procedura conclusa ho avuto modo di leggere il progetto del nuovo gestore, che ha molti aspetti interessanti sia sul piano gestionale sia sul piano culturale. So che per i Musei Civici è un cambiamento significativo. L’impegno dell’Amministrazione Comunale è di governare questo passaggio nel modo migliore, a vantaggio delle collezioni civiche e della loro fruizione da parte della Città e non solo. Ogni porta che si chiude apre nuove strade: sono convinto che questo passaggio possa offrire nuove e importanti opportunità. I prossimi cinque anni saranno cruciali per valutarne gli effetti”.