Skip to main content

IMPRESE IN CANTIERE: AVVISO AI PROFESSIONISTI

Si specifica che tutte le imprese (che siano 1 come siano 100) che saranno presenti nel cantiere devono essere caricate sul sistema MUDE PIEMONTE (istanza principale e successive integrazioni) e non successivamente indicate nella notifica preliminare in modo da poter procedere con i controlli. Qualora non sia possibile procedere con i controlli saranno adottate le relative ordinanze di sospensione dei lavori.

 

POSA DI MONUMENTINI, COPRITOMBA E LAPIDI

A seguito delle recenti modifiche al testo Unico edilizia, che ha declassato ad edilizia libera diverse attività cd. minori, si comunica che la posa di monumentini, lapidi e copritomba non è più soggetta al rilascio di alcuna autorizzazione urbanistica.

documento

 

CONVOCAZIONE INCONTRO PER IL GIORNO 23 MAGGIO 2017

L’Assessora all’urbanistica del Comune di Pinerolo Giulia Proietti, insieme all’Ordine degli Architetti di Torino, invita i sigg.ri Architetti che operano sul territorio Pinerolese, all’incontro che si terrà il giorno martedì 23 maggio 2017 alle ore 19,00, presso il Salone dei Cavalieri in viale Giolitti n. 7, piano terreno, per presentare l’accordo stipulato tra l’Amministrazione comunale di Pinerolo e l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Torino per la promozione di concorsi di architettura che verranno pubblicati nel biennio 2017/2018 dal Comune di Pinerolo. Sarà presente il Presidente dell’ordine degli Architetti Massimo Giuntoli.

documento

 

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Dalla data del 03 maggio 2017 alcuni ragazzi del Liceo G.F. Porporato di Pinerolo parteciperanno ad un progetto di alternanza scuola lavoro presso gli uffici del SUE e porranno alcune domande ai professionisti che si presenteranno allo sportello. Chiediamo cortesemente di collaborare. Grazie.

CIL ABROGATA – CILA ANCORA PREVISTA COME TITOLO EDILIZIO ABILITATIVO

In seguito alle modifiche apportate dal D. Lgs 222/2016 al DPR 380/2001 che hanno portato all'abrogazione dell'art. 6, c. 2 si comunica che non è è più prevista la Comunicazione Inizio Lavori (CIL) da parte dell’interessato all’amministrazione comunale e pertanto ogni istanza in tal senso inviata verrà rifiutata. Non possono pertanto essere presentati cambi di destinazione d'uso sotto i 700 mc con CIL del proprietario.
Alla luce delle modifiche apportate dal D. Lgs 222/2016 sono previsti all'art. 6-bis, neointrodotto, interventi subordinati a comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA) da un tecnico abilitato, il quale attesta, sotto la propria responsabilità, che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici approvati e ai regolamenti edilizi vigenti, nonché che sono compatibili con la normativa in materia sismica e con quella sul rendimento energetico nell'edilizia e che non vi è interessamento delle parti strutturali dell'edificio; la comunicazione contiene, altresì, i dati identificativi dell'impresa alla quale si intende affidare la realizzazione dei lavori corredati e allegato l'elaborato progettuale.

 

MUDE: RIMODULAZIONE STATO ISTANZA

Le variazioni che interessano tutti gli utilizzatori della piattaforma MUDE Piemonte sono:

  • Rimodulazione stato istanza “ACCETTATA da PA” in “REGISTRATA da PA”

  • Rimodulazione stato istanza “RIFIUTATA da PA” in “RESTITUITA per VERIFICHE”

  • Comunicazione all’interno delle Notifiche istanze e nel testo della mail, delle indicazioni relative all’avvio del procedimento; in particolare nell’ambito MUDE la data di avvio procedimento per le segnalazioni e richieste autorizzative, corrisponde alla data di DEPOSITO della istanza da parte del professionista a sistema;

  • Miglioramenti al modello “Attestazione di Agibilità”.

 

MUDE: chiarimenti in merito all'entrata in vigore del D. Lgs 222/2016

Il D. Lgs 222/2016 (Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'articolo 5 della L. 124/2015), modifica in modo rilevante i regimi relativi alle comunicazioni, segnalazioni e denunce in materia edilizia, disciplinate dal D.P.R. 380/2001 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia) ed è entrato in vigore l’11 dicembre 2016.
Tali innovazioni richiedono numerosi e distinti interventi regionali a livello sia normativo sia organizzativo per adeguare, non solo la legislazione regionale in materia edilizia, ma anche gli atti di coordinamento tecnico approvati in attuazione della stessa ed in particolare la modulistica unificata adeguata a quella nazionale e attualmente in uso presso le amministrazioni.

A tal fine il D. Lgs 222/2016 prevede al comma 2 dell’articolo 6 (Disposizioni finali) che “Le regioni e gli enti locali si adeguano alle disposizioni del presente decreto entro il 30 giugno 2017”.

Per agevolare le attività di adeguamento della modulistica da parte delle Amministrazioni comunali si comunica che è già operativo il tavolo di lavoro coordinato dall’Ufficio semplificazione del Dipartimento della Funzione Pubblica per la riformulazione della modulistica nazionale e dei relativi modelli unici regionali. Nel periodo transitorio utile per consentire l’adeguamento della modulistica per la presentazione dei regimi abilitativi di cui alla Tabella A allegata al D.lgs. 222/2016, vanno attuate le seguenti disposizioni in relazione ai titoli abilitativi previsti dal D.lgs. 222/2016:

  • CILA: si utilizza l’attuale modello; i professionisti devono indicare nel campo “Descrizione Intervento”, le opere e gli interventi residuali ancora non previsti dal modello;

  • SCIA: si utilizza l’attuale modello;

  • SCIA in alternativa a Permesso di Costruire: si utilizza l’attuale modello DIA alternativa al permesso di costruire; i professionisti devono indicare nel campo “Descrizione Intervento” che trattasi di "SCIA in alternativa a PdC in applicazione dell'art. 23 del DPR 380/2001 così come modificato dal D.Lgs. 222/2016".

  • AGIBILITA':
    - i modelli relativi alla Richiesta Certificato di Agibilità, saranno dismessi;
    - i professionisti dovranno utilizzare il modello di Attestazione di Agibilità, in quanto maggiormente aderente a quanto disposto dall'art. 24 del DPR 380/2001, così come modificato dal D. Lgs 222/2016.
    Non appena saranno disponibili novità ed aggiornamenti, verranno comunicate.

 

SI COMUNICA

che è possibile presentare segnalazioni inerenti la correzione di errori materiali e l'eliminazione di contrasti, contenuti negli elaborati del Piano Regolatore Generale Comunale vigente, consultabile sulla pagina web della Città di Pinerolo, all'indirizzo: http://www.comune.pinerolo.to.it/web/index.php/servizi/aree-tematiche/territorio-ed-edilizia/154-pianificazione-urbanistica/214-piano-regolatore-generale-comunale).

Le segnalazioni dovranno pervenire al Servizio Pianificazione Urbanistica della Città di Pinerolo, entro il 31 gennaio 2017.

Saranno prese in considerazione unicamente le segnalazioni riferite ai contenuti del punto a), comma 12, art. 17 della L.R. 56/77 s.m.i. (“le correzioni di errori materiali, nonché gli atti che eliminano contrasti fra enunciazioni dello stesso strumento e per i quali sia evidente e univoco il rimedio”).

Le segnalazioni ritenute utili, saranno inserite, nei modi e tempi definiti dall'Amministrazione Comunale, in una o più modifiche al PRGC (redatte ai sensi del comma 12, art. 17 della L.R. 56/77 s.m.i.).

Firmato digitalmente in originale IL DIRIGENTE URBANISTICA - SUAP Arch. Pietro De Vittorio

 

 

 

 

Tavole allegate all'ordinanza n. 214 del 11/03/2011 - Area del piano regolatore generale comunale denominata F5- piano esecutivo convenzionato".

 

 

News Territorio ed Edilizia