Skip to main content

L'Autorità d'ambito n. 3 "Torinese" (ATO 3) ha predisposto uno specifico Regolamento per le Utenze ubicate in zone non servite dalla pubblica fognatura.
Il Regolamento, che definisce un univoco trattamento tariffario, conforme alla vigente normativa, per le Utenze non servite dalla pubblica fognatura, è stato oggetto di consultazione con le associazioni dei consumatori.
Il Regolamento richiama l'obbligo normativo, da parte delle Utenze non servite dalla pubblica fognatura, di dotarsi di un sistema individuale di raccolta dei reflui e di provvedere periodicamente (almeno una volta l'anno) a:

  1. prelevare i fanghi raccolti nel suddetto sistema individuale;
  2. smaltire i fanghiprelevati.

Le operazioni di prelievo dei fanghi sono svolte a cura e carico dell'Utente tramite trasportatori privati autorizzati, individuati dall'Utente stesso, e richiedono la compilazione del formulario previsto dalla normativa in materia di rifiuti.
Le operazioni di smaltimento possono essere eseguite presso un impianto pubblico di depurazione di SMAT – Società Metropolitana Acque Torino S.p.A. o ACEA – ACEA Pinerolese Industriale S.p.A. (Gestori del Servizio Idrico Integrato) , o presso un impianto privato autorizzato individuato dall'Utente.
Nel caso di smaltimento effettuato presso un impianto del Gestore del Servizio Idrico Integrato, il relativo corrispettivo sarà riscosso dal gestore stesso applicando la tariffa di depurazione sulle periodiche bollette di consumo.
Nel caso di smaltimento effettuato presso un impianto privato autorizzato individuato dall'Utente, il relativo corrispettivo sarà definito dal titolare dell'impianto stesso e versato secondo le modalità concordate con il trasportatore.
Al fine di consentire la verifica del corretto adempimento di tali prescrizioni, il Regolamento prevede:

  1. l'indicazione da parte del trasportatore, sul formulario rifiuti, del codice identificativo attribuito all'Utente dal Gestore del Servizio Idrico Integrato, come riportato sulle bollette di consumo;
  2. nel caso di smaltimento presso un impianto del Gestore del Servizio Idrico Integrato, l'indicazione sul formulario rifiuti, da parte del trasportatore, della dicitura "Importo corrisposto per il solo spurgo e trasporto";
  3. che l'Utente provveda, entro il mese di gennaio di ogni anno, a trasmettere al soggetto Gestore del Servizio Idrico Integrato copia del quarto esemplare del formulario rifiuti relativo ai fanghi e liquami conferiti nel corso dell'anno precedente (se non disponibile, semplice comunicazione in carta libera) con l'indicazione dell'impianto prescelto e corredata del Codice Utente.

Sulla base dell'impianto di conferimento prescelto, come risultante dal predetto formulario rifiuti (o dalla comunicazione), il gestore d'ambito provvederà alle applicazioni tariffarie per l'anno corrente  e per gli anni successivi, fatte salve eventuali modifiche dell'impianto di conferimento, che devono essere tempestivamente comunicate.
Per gli opportuni riferimenti, sono qui sotto riportati i richiami normativi relativi alle note indicate nel testo ed è allegato un facsimile di formulario rifiuti con le indicazioni da riportare.
Il testo completo del Regolamento è pubblicato sul sito Internet dell' ATO-3, oltre che sui siti dei soggetti Gestori del Servizio Idrico Integrato nell'area Torinese -  SMAT S.p.A. e ACEA Pinerolese Industriale S.p.A.

Per informazioni numero verde 800 91 21 53 dell'ATO-3 attivo dal lunedì al venerdì  8:30 – 20:00

Ulteriore documentazione (regolamento, nota e fac-simile formulario rifiuti) è scaricabile dal sito ATO3