Immagine della locandina della mostra fotografica La terra vista dal cielo col la terra vista dall'alto

 

 

26 agosto 2022 - 30 novembre 2022
Cavallerizza Caprilli, Viale della Rimembranza, Pinerolo (TO)

Inaugurerà a Pinerolo (TO) il 26 agosto 2022 la mostra fotografica “La terra vista dal Cielo”, un’esposizione di 133 spettacolari immagini aeree realizzare dal fotografo francese Yann Arthus-Bertrand, organizzata dal Rotary Club di Pinerolo con il patrocinio del Comune di Pinerolo.

Racconto delle meraviglie della Terra e passione ambientalista convivono nella mostra dedicata al fotografo francese Yann Arthus-Bertrand che prenderà il via il 26 agosto 2022 a Pinerolo grazie al Rotary Club Pinerolo e con il patrocinio della Città di Pinerolo. L'esposizione, a ingresso libero, aperta fino al 30 Novembre, raccoglie le immagini del progetto “La terre vue du ciel”, realizzato dal Arthus Bertrand nel 1994, con il patrocinio dell'UNESCO: 133 fotografie, formato 185 cm x 125 cm, con didascalia in italiano ed inglese, che rappresentano un inventario dei più bei paesaggi del mondo fotografati dal cielo, il cui obiettivo è testimoniare la bellezza della terra e proteggerla. Una mostra fotografica che ha fatto il giro del mondo, con installazioni in oltre 110 città e circa 120 milioni di visitatori, e che per tre mesi approda a Pinerolo in un luogo speciale: la Cavallerizza Caprilli. Edificio in stile Art Nouveau simbolo della città, la Cavallerizza è stata costruita nel 1910 ed è uno dei maneggi coperti tra i più belli d'Europa, seconda per grandezza solo alla Cavallerizza di Vienna, simbolo della leggendaria Scuola di Equitazione che qui ha prosperato.

La mostra, visitabile dal lunedì alla domenica, mira a promuovere l’importanza della cura e tutela dell’ambiente per le persone e rientra in un più ampio progetto promosso dal Rotary Club Pinerolo. Oltre all’esposizione fotografica, sono infatti previste due azioni: incrementare il patrimonio forestale della città e promuovere il rispetto dell’ambiente. L’iniziativa prevede la fornitura al Comune di Pinerolo di 200 alberi, ippocastani e tigli; la forestazione di una o più aree messe a disposizione dal Comune di Pinerolo, con la partecipazione delle scuole primarie e secondarie del pinerolese e piantumazione di circa 1.000 (mille) piccoli alberi forniti gratuitamente dalla Regione Piemonte; infine una gara di plogging che si svolgerà a Pinerolo domenica 28 agosto. Il plogging consiste nel raccogliere rifiuti che si trovano sul proprio cammino mentre si è impegnati a fare jogging o altre attività sportive all'aria aperta. Uno sport che genera benefici tangibili per la comunità e per gli atleti coinvolti, che permette di ripulire intere porzioni di territorio, urbano o montano, conferendo a un corretto riciclo e a nuova vita i rifiuti abbandonati.

Per Marco Maio, presidente Rotary Club Pinerolo: "Gli ingredienti perché questo progetto abbia successo sono tanti: tratta il tema della tutela dell’ambiente, ahimè sempre più tristemente attuale; porterà a Pinerolo l’opera di un famoso fotografo di fama internazionale le cui fotografie sono state selezionate da Papa Francesco per illustrare l’enciclica Laudato Sì; la Cavallerizza Caprilli, uno dei monumenti più belli, famosi e rappresentativi della città, riaprirà al pubblico dopo tanti anni per ospitare la mostra che rappresenterà l’evento culturale, artistico e ambientale del Comune di Pinerolo per l’anno 2022. Ma ciò che è più importante e che noi tutti vogliamo è che questo progetto abbia un impatto efficace, duraturo e sostenibile e che dia visibilità alla nostra città e una nuova opportunità per il nostro territorio".

Per Luca Salvai, sindaco della Città di Pinerolo: “Di fronte agli effetti del riscaldamento globale non possiamo esimerci dal considerare l’ambiente e la sostenibilità due temi centrali per il futuro dell’umanità. L’occhio fotografico di Yann Arthus-Bertrand apre una riflessione su quanto la bellezza e la meraviglia del mondo siano in pericolo. Infine, la scelta di allestire la mostra negli spazi di un luogo iconico per la nostra città come la Cavallerizza Caprilli, rende ancor più prezioso questo appuntamento poiché riconverte uno dei maneggi coperti più grandi d’Europa in luogo di cultura, dove il passato fa spazio a un'irrinunciabile riflessione sul futuro. Sono grato al Rotary Club Pinerolo per aver promosso un’iniziativa che sarà certamente apprezzata anche al di fuori del nostro territorio”.

 

Informazioni:

La Terra vista dal cielo
La mostra fotografica di Yann Arthus Bertrand
Dal 26 agosto al 30 novembre 2022
Cavallerizza Caprilli, Viale della Rimembranza, Pinerolo (TO)
Ingresso gratuito
Orari mostra: Lun-Ven: 15.00 – 19.00 (al mattino solo su prenotazione per scuole o gruppi)
Sabato e Domenica: 10.30 – 18.30

Sito Web: www.rotarypineroloperlambiente.it
Facebook: @rotarypineroloperlambiente
Instagram: @rotarypineroloperlambiente

Contatti:
Mail. info@rotarypineroloperlambiente.it
tel. +39 0121 322 157

 

Yann Arthus-Bertrand (Parigi, 13 marzo 1946) è un fotografo, giornalista e ambientalista francese.

La sua passione per la fotografia naturalista ha inizio all'età di 3o anni, nel 1976, armo in cui parte per il Kenya assieme alla moglie Anna, con la quale trascorre 3 anni nel Masai Mara, studiando il comportamento di una famiglia di leoni. Durante tale periodo sorvola diverse volte la riserva in elicottero e in mongolfiera, scoprendo una vocazione per la fotografia aerea. Tornato in Francia, nel 1981 pubblica il libro fotografico Lions. Ha inizio così la sua carriera di fotoreporter specializzato in reportage naturalistici, che lo porta a collaborare con le riviste francesi Paris-Match e Géo. Nel 1991 fonda l’agenzia Altitude, prima agenzia specializzata in fotografia aerea nel mondo.
Nel 1994, con il patrocinio dell'UNESCO, dà vila al progetto La Terre vue du Ciel, un inventario dei più bei paesaggi del mondo fotografati dal cielo, il cui motto è “Testimoniare la bellezza del mondo e tentare di proteggere la Terra”. Alcune delle foto più belle sono pubblicate nel libro omonimo, che venderà 3 milioni cli copie in 24 lingue. Una mostra fotografica dallo stesso nome fa il giro del mondo, con installazioni in oltre 110 città e circa 120 milioni di visitatori.

LA CAVALLERIZZA CAPRILLI

Dietro l'edificio della Biblioteca Alliaudi, affacciata su una piazzetta, sorge la Cavallerizza Caprilli, un edificio di grandi dimensioni che presenta ai quattro angoli figure equine a tutto tondo, simbolo e ricordo della famosa scuola d'equitazione della città. Venne costruita nel 1910 su progetto della società che realizzò la Stazione Centrale di Milano, in stile Art Nouveau. Il maneggio che misura 60 x 34 metri coperti, concepito per accogliere le esercitazioni dei soldati e degli ufficiali di Cavalleria, permetteva il lavoro in contemporanea di 30 binomi. A questi cavalieri veniva insegnato il Sistema Naturale di Equitazione messo a punto dal Capitano Federigo Caprilli, di stanza a Pinerolo.
E' seconda per grandezza solo alla Cavallerizza di Vienna. L'edificio, per la sua ampiezza, la linearità e la luminosità, venne frequentemente utilizzato per gli allenamenti, i concorsi ippici e pure in occasioni di eventi cittadini come, ad esempio, il grande banchetto offerto in occasione della nomina dell'avvocato Facta a Presidente del Consiglio dei Ministri nel 1999. La Cavallerizza venne trasferita dal Demanio al Comune di Pinerolo il 26 luglio 2018.

 

Scarica il Comunicato Stampa

Scarica l'invito